top of page

La Vida es un Carnaval (English version below)

Aggiornamento: 19 set 2023

A Barranquilla ho raggiunto delle amiche dal Belgio, dove ho vissuto per 3 anni, Che avevano affittato una casa a Salgar, nel dipartimento di Puerto Colombia, un luogo tranquillo sul mare, poco distante da Barranquilla, che è una città troppo grande e industriale, essendo uno dei porti più grandi e importanti dell’ America Latina.

Per questo consiglio di fare come noi, affittare una casa nella zona marina, rilassarvi e svegliarvi guardando il mare, mangiare sulla spiaggia e poi prendere un bus o un taxi per raggiungere gli eventi del carnevale (giorno e notte).




Nella sfilata abbiamo visto partecipare davvero tutt*, persone con capacità motorie ridotte, persone affette da sindrome di down, bambin*, adult*, anzian*. La Colombia è un paese molto cattolico, e nei piccoli paesi le persone raccontano di nascondersi dietro delle maschere impregnate di morale, comunemente accettata, per non essere discriminat*. Invece in città, come Medellín, sulla metro e per strada, ho visto che i/le ragazz* sentono di potersi esprimere più liberamente, dal vestire come vogliono al mettere lo smalto, senza dover rispettare i canoni estetici legati al binarismo di genere. Se è vero che a carnevale possiamo essere quello che durante l’anno non siamo o non possiamo essere, spero che ognuna di queste persone abbia potuto spogliarsi ed essere chi voleva, almeno per un giorno.











Sabato e domenica sono le giornate più importanti, ma lunedì e martedì rimangono i colombiani e pochi turisti e si aspetta con ansia che aprano le porte della TROJA, due cuadras di strade che vengono chiuse per fare la super festa dal pomeriggio all’alba con due djs diversi per ogni giorno e dove la gente si scatena, ballando, lanciandosi farina (”si no tienes harina en la cara, no has echo el carnaval”), bevendo e mangiando come se non ci fosse un domani.


Costa tutto pochissimo: se volete prendere i biglietti per i palchi, quelli costano, altrimenti, camminate lungo la strada della sfilata e scegliete le sedie accuratamente sistemate dalla gente del posto per 2 €. È divertente e non dovete preoccuparvi di nulla, perchè passano in continuazione venditori ambulanti con qualsiasi tipo di bevanda, cibo e accessori carnevaleschi! È un buon modo per sostenere e finanziare i più svantaggiati di questo carnevale.


Il Carnevale è una tradizione culturale e religiosa importata dagli spagnoli e dai portoghesi in Sud America. Al principio era una festa dove si esibivano gli schiavi e mano a mano è diventata una ritualità popolare che spontaneamente rappresenta tutte le diversità culturali del territorio. Per sapere di più della sua storia: http://www.carnavaldebarranquilla.org/carnaval-de-barranquilla-origen/ .


Barranquilla festeggia i suoi 54 anni ed è patrimonio dell’UNESCO. Imperdibile, a quanto pare, è la Batalla de las Flores il sabato pomeriggio, ma dipende da cosa avete più voglia, per noi farlo in questo modo è stato speciale e abbiamo conosciuto davvero tantissima gente ! Il martedì c’è un enorme sfilata anche a Puerto Colombia che continua la sera con una grande festa di paese, la consiglio caldamente, per avere un’esperienza autentica e sempre con lo spirito e il livello di Barranquilla, essendo a 30 minuti da lì.



//


In Barranquilla I met with some girlfriends from Belgium, where I lived for 3 years, and we stayed in a house in Salgar, in the department of Puerto Colombia, a quiet place on the sea, not far from the city of Barranquilla, that is very big and industrial, being one of the largest and most important harbours in Latin America.


For this reason, I recommend to do like us, renting a house in the beach area, relax and wake up looking at the sea, eat on the beach and then take a bus or taxi to reach the carnival events (day and night).



In the parade we saw really everyone participating, people with reduced mobility, people with down syndrome, children, adults, elderly. Colombia seems to be a very catholic country, and in small towns people reveal to hide behind moral masks so as not to be discriminated, while in cities, like Medellín, on the metro and on the street, I have seen that people feel free to express themselves, dress as they want, put nail polish, without respecting the aesthectic rules linked to genders. If it is true that at carnival we can be what we are not or cannot be during the year, I hope that each one of these people could get rid of any social pressure and be who he/she/it wanted.








Saturday and Sunday are the most important days, but on Monday and Tuesday the Colombians and few tourists remain and anxiously expect the opening of la TROJA, two cuadras of streets that are closed to make the super party from afternoon to dawn with two different djs for each day and where people go wild, dancing, throwing flour ("si no tienes harina en la cara, no has echo el carnaval"), drinking and eating as if there were no tomorrow.


It‘s very cheap: if you want to get tickets for the stages, those cost, otherwise, walk along the street of the parade and sit on the chairs carefully arranged by the locals for € 2. It's fun and you don't have to worry about anything, because street vendors with all kinds of drinks, food and carnival accessories pass by all the time! It is a good way to support and finance the most disadvantaged people of this carnival.


Carnival is a cultural and religious tradition imported from the Spanish and Portuguese into South America. At the beginning it was a festival where slaves performed and gradually it became a popular ritual that spontaneously represents all the cultural diversity of the area. To find out more about its history: http://www.carnavaldebarranquilla.org/carnaval-de-barranquilla-origen/.


Barranquilla celebrates its 54 years and is a UNESCO heritage event. Apparently, the Batalla de las Flores on Saturday afternoon is not to be missed, but it depends on what you most want, for us doing it in this way was special and we met a lot of beautiful people! On Tuesday there is a huge parade also in Puerto Colombia which continues in the evening with a big village party, I highly recommend it to have an authentic experience, with the spirit and level of Barranquilla, being just 30 minutes away ( bus at 70 cents).



63 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page